Francesco Piantoni

gif_logo_transp
.
.

VALET DE DENIERS + XVII LE TOILLE + XVIII LA LUNE

V LE PAPE + XV LE DIABLE

In questi ritratti poetici tutto nasce poeticamente, carta, penna e “ArsCombinatoria”. Qui i Tarocchi diventano solamente punti di arrivo e volute terminazioni iconografiche suggerite dal distillato semantico. Il testo già di per sé crea una drammaturgia autonoma attraverso l’incastro degli anagrammi del nome della persona, soggetto e oggetto del ritratto. I Tarocchi, se visti e vissuti come un’autentica e sconfinata “materia nera”, diventano estremamente liquidi, adattandosi in modo spontaneo a scritti poetici e qualsiasi costruzione simbolica immaginaria. Ogni possibile interpretazione del ritratto, o riconduzione a fatti e cose della vita reale da parte del soggetto rappresentato, è pura e casuale sincronia. DAN
.

FRANCESCO_PIANTONI
.
.
.

IMPARLABILESCRIVERSI

La Poetica dei Tarocchi / the Tarot Poetry

.
.
.

Annunci